Home Sa Chida Passada 2012 Sa Chida Passada n. 23-2012 (4-18 giugno 2012)
Sa Chida Passada n. 23-2012 (4-18 giugno 2012) PDF Stampa E-mail
Sa Chida Passada - Sa Chida Passada 2012
Sabato 09 Giugno 2012 00:00

A cura di Bore Morette e Fabrizio Palazzari

Politica: «Ora ci toccherà governare»

Davanti al popolo di simpatizzanti, elettori e curiosi (circa 2 mila persone) riuniti sotto il Crocifisso, a Quartucciu, alla fine di via Nazionale Beppe Grillo prende coscienza del fatto che il fenomeno dei Cinque Stelle rischia di scappargli di mano e si fa serio: «Io lo sapevo che i partiti erano morti ma non mi aspettavo che succedesse tutto quel è accaduto con questa rapidità. Se continua così finisce che nel 2013 non solo eleggeremo i nostri parlamentari ma ci toccherà anche assumere responsabilità di governo».

La giunta è alle corde ma la vera crisi forse sarà in autunno

La mozione sul caso Lorefice-Carbosulcis è una minaccia seria per la giunta Cappellacci ma la crisi politica vera e propria, quella che porterebbe alle elezioni anticipate, dovrebbe esplodere in autunno. Nessuno si azzarda a fare previsioni, ma il clima è pesante. Sul caso del momento, cioè la nomina del ventinovenne praticante legale Alessandro Lorefice alla carica di amministratore unico di Carbosulcis, lo scontro è soprattutto nel Pdl.

 

 

La Regione nel caos, è battaglia finale tra i due presidenti

La resa dei conti nel Pdl è arrivata alla battaglia finale tra il governatore Ugo Cappellacci e la presidente del Consiglio regionale, Claudia Lombardo. Terreno di scontro è l’assemblea sarda: oggi, per far saltare il dibattito sullo scottante caso Lorefice, la giunta non parteciperà alla seduta «obbligatoria» imposta dalle opposizioni con una mozione urgente. Il caso Lorefice (vale a dire il ventinovenne praticante legale nominato da Cappellacci alla guida della Carbosulcis per fare un dispetto alla Lombardo) è stata la scintilla di questo conflitto che, tra alti e bassi, dura da più di un anno.

Lorefice, Nizzi si appella ad Alfano

Il caso-Lorefice approda sulla scrivania del segretario nazionale del Pdl, Angelino Alfano. Dopo le polemiche e la parole pesanti volate sull'asse Cagliari-Olbia tra il coordinatore regionale del Pdl Settimo Nizzi e il presidente della Regione Ugo Cappellacci, la querelle sulla nomina del giovane consigliere comunale iglesiente del Pdl si trasferisce a Roma.

Barca: «C’è già l’accordo sui 500 milioni»

Si è aperta con un annuncio la visita di Fabrizio Barca: «Entro l’estate – ha detto il ministro per lo Sviluppo territoriale – saranno programmati e sbloccati 500 milioni di euro degli ex fondi Fas per la Sardegna. Col presidente Cappellacci siamo perfettamente allineati». E Cappellacci ha così messo da parte almeno per un giorno la contrapposizione che lo ha portato a mettere in mora il governo Monti sulla vertenza entrate.

Barca promuove la Scuola digitale: «La Sardegna al top con le lavagne»

La lavagna digitale, infatti, favorirà la didattica e - con essa - l'interazione tra alunni e insegnanti. Ieri il ministro della Coesione territoriale Fabrizio Barca, incontrando i direttori didattici, il direttore scolastico regionale Enrico Tocco e il prefetto Giovanni Balsamo all'Istituto Tecnico Giua di Cagliari, ha preso atto della relazione dell'assessore all'Istruzione Sergio Milia promuovendo un'iniziativa che movimenterà 120 milioni.

La Maddalena diventerà centrale informatica

Alla Maddalena una maxi centrale informatica per il disaster recovery dei documenti della pubblica amministrazione. La proposta al ministro Fabrizio Barca l'ha fatta l'assessore agli Affari generali Mario Floris, nel primo dei due incontri pomeridiani a Villa Devoto tra la delegazione ministeriale e la Giunta Cappellacci.

Eurallumina, l'inutile blitz degli operai a Villa Devoto

Ora anche il ministro Barca conosce il battito ritmato dei caschi Eurallumina, che ha cadenzato in Sardegna gli ultimi anni: lo ha sentito lasciando la conferenza stampa con Cappellacci e il commissario Ue Hahn, quando a sorpresa una trentina di operai ha inscenato una protesta davanti ai cancelli di Villa Devoto. Ai loro problemi si aggiunge ora la fine dei fondi per la cassa integrazione in deroga: ma nonostante il tentativo di bloccare l'uscita delle auto ministeriali, Barca non li ha ricevuti

Finiti i fondi, cassintegrati subito in piazza

Una manifestazione di protesta contro il rischio che quasi 17 mila lavoratori sardi restino senza ammortizzatori sociali in deroga si è svolta ieri mattina davanti al Palazzo della Regione in viale Trento. Provenienti da tutta l’isola, i manifestanti hanno chiesto un incontro alla giunta.

Pensionati nel dramma: «Non tagliateci il futuro»

Oggi sono oltre 266 mila a mangiare, pagare le bollette e l’affitto, con meno di 550 euro al mese. Si chiama resistenza passiva ed è praticata con fatica da ben l’85 per cento del popolo Inps, che da anni, in Sardegna, è inchiodato sulla soglia spaventosa di appena 620 euro ogni trenta giorni.

Latte, prezzo verso i 70 centesimi

Il prezzo del latte ovino continua la sua risalita. E ad aprile le quotazioni sfiorano i 70 centesimi al litro (0,69 euro). Ma l'ultima rilevazione dell'Osservatorio regionale della filiera ovicapirna mette in evidenza anche un altro aspetto: mentre la Sardegna registra un andamento al rialzo, le altre regioni produttrici stagnano o addirittura rallentano.

Dall’Europa verde il riconoscimento Premio del paesaggio

L’Europa verde e della crescita compatibile va a scuola. Le aule di studio sono quelle della Grande Minera di Serbariu. Il testo sui cui studiare è il progetto, e sono le realizzazioni, con le quale Carbonia ha vinto il l’edizione 2011 del Premio europeo del paesaggio, emergendo fra 95 comuni Italiani nella fase nazionale, e, poi, su altri 14 progetti di altrettante diverse nazioni in lizza. E’ una città in vetrina, insomma. E si svolge da ieri l’undicesimo meeting del Consiglio d’Europa per l’implementazione della Convenzione europea del Paesaggio.

I Canadair a Cagliari, la Gallura dice no

I Canadair rischiano di volare via dal nord dell’isola. Destinati a Cagliari, in una nuova geopolitica del soccorso, tutta votata al risparmio, in cui gli stessi aeroplani devono spegnere i roghi in Sardegna e Sicilia. L’allarme lo ha lanciato il senatore del Partito democratico Gian Piero Scanu, che ha presentato una richiesta di chiarimenti al ministero dell’Interno.

Niente stipendi, continua l’odissea all’Aias

Adesso sono tre gli stipendi arretrati che i dipendenti della Fondazione Randazzo e dell’Aias vantano nei confronti dell’azienda. Una vertenza estremamente penalizzante, quella in corso da anni, per gli operatori sanitari che lavorarono nei centri dell’isola e che da oltre cinque anni, sono costretti a sopportare, denunciano spesso nelle occasioni pubbliche e durante le riunioni fra dipendenti, un datore di lavoro che non rispetta l’abc comportamentale tra azienda e lavoratori.

Imprenditore suicida lascia un biglietto: «Sono senza lavoro»

Dolore, rabbia, commozione,sono i sentimenti che ha suscitato a Settimo San Pietro e a Quartu Sant’Elena la notizia del suicidio di M.G., 35 anni, idraulico originario di Quartu Sant’Elena che da pochissimo tempo aveva trasferito la residenza nel paese del Basso Campidano.

I genitori di Rossella Urru: «Sentiamo la Sardegna vicina»

«Possiamo solo ringraziare tutti, indistintamente. Sentiamo l'affetto di tutti, dell'intera Sardegna. Quando Rossella tornerà a casa? Non sappiamo e non possiamo dire nulla». Graziano Urru ha le gambe che gli tremano, alla fine del concerto di Piero Marras nella sala della Regina, salotto buono della Camera dei Deputati. È ancora più a disagio del solito, assalito dagli abbracci delle centinaia di persone che si sono commosse nel nome di Rossella, rapita agli affetti e all'Isola intera nell'ottobre del 2011.

Sisma in Emilia, fabbriche crollate: la Sarmed sposta il lavoro nell'Isola

Morte e distruzione in Emilia, cinquanta posti di lavoro in Sardegna. La Sarmed assumerà nei prossimi giorni i primi nuovi dipendenti destinati alle sue fabbriche di Villacidro e Iglesias. Qui verrà infatti trasferita una parte della produzione che gli stabilimenti padani, distrutti dal sisma di queste settimane, non sono in grado di garantire. È questo il terribile ma attualissimo paradosso del terremoto che ha raso al suolo una delle zone più ricche e produttive d'Europa, il distretto biomedicale di Mirandola.

Agricoltura, pratiche più veloci

La Regione aprirà otto nuovi sportelli per accelerare i pagamenti alle imprese agricole. L'obiettivo è ridurre i ritardi che da anni neutralizzano gli effetti del Piano di sviluppo rurale (Psr).

Le ricette per la Riviera malata

Dodicimila posti letto classificati nelle strutture ufficiali, più del triplo disponibili nelle seconde case. Estati a tutto gas e inverni a passo di lumaca. Alghero, città turistica-fisarmonica, viaggia a due velocità. Abitazioni di fantasmi nella bassa stagione, mentre a luglio e agosto lo scenario cambia e la Riviera partorisce una città gemella che si muove nel sommerso, sbilanciando le statistiche e non consentendo al Comune di adeguare i servizi alle reali esigenze dei visitatori. È uno dei punti deboli dell'industria della vacanza ed è stato affrontato ampiamente nei programmi elettorali dei quattro candidati sindaci.

Nei sogni dell’emiro un master plan per Porto Cervo

Il futuro della Costa Smeralda è uno dei temi della campagna elettorale che vede in campo Alberto Ragnedda, imprenditore di 39 anni ed Efisio Onali, architetto di 46, già assessore per due mandati. Entrambi sono certi che dal fondo sovrano del Qatar arriverà la richiesta di un master plan. Come l’Aga Khan prima e il finanziere americano Tom Barrack dopo, anche Al Thani chiederà di impilare mattoni nel suo paradiso fresco di acquisto. Ma con il ppr potrà realizzare solo un mini master plan.

Macomer, dopo la Legler ai turchi anche la Sarprint

Dopo aver acquistato all'asta i macchinari e i telai della Legler di Tossilo da parte di una industria tessile turca ora una azienda grafica dell'estrema parte orientale dell'Europa ha concluso l'affare con l'industria grafica Sarprint, chiusa dal mese di novembre dello scorso anno. L'azienda milanese di Paderno Pugnano ha ceduto ai turchi per circa 230mila euro l'intero impianto di produzione di Tossilo

Una settimana per salvare Shardna

Una settimana di tempo per cercare di trovare una soluzione che salvaguardi i 12 lavoratori di Shardna (società che ha sede nel parco scientifico tecnologico di Pula) e gli studi di un decennio sul patrimonio genetico di 15mila sardi. Questo è l'esito dell'incontro che si è svolto tra il presidente del consiglio provinciale, Roberto Pili, la conferenza dei capigruppo e il liquidatore di Shardna, Gianluigi Galletta

Carbosulcis, imprenditori e fornitori battono cassa

Pagamenti con contagocce alla Carbosulcis per i fornitori e per gli imprenditori della zona che garantiscono i servizi in appalto nella miniera di carbone di Nuraxi Figus. Ormai da anni la società pubblica, con azionista unico la Regione tiene in costante dieta, gli imprenditori della zona costretti, per gli eccessivi ritardi dei pagamenti dell’azienda, a ricorrere agli istituti di credito per fronteggiare l’emergenza e per garantire le prestazioni. Le banche, però, quando anticipano somme consistenti, applicano tassi di interesse decisamente pesanti.

Tore Cherchi ritira le dimissioni

Tore Cherchi resta alla guida della Provincia Carbonia Iglesias, difende il lavoro svolto in venti mesi e incassa il sostegno di maggioranza e opposizione che votano all'unanimità una mozione unitaria. Il Consiglio provinciale, convocato a Iglesias, resterà in carica fino al febbraio 2013.

«Tasse, sostituiamoci allo Stato»

È un fatto di coltelli, e di manici. L'agenzia sarda delle entrate, secondo Franciscu Sedda, è un modo per afferrare la lama (fiscale) dal lato più conveniente. Oltre 25mila sardi hanno firmato la proposta di legge popolare del comitato del Fiocco verde, presieduto da Sedda, che istituisce l'agenzia. «Per vincere davvero la partita delle entrate, ribaltiamo il rapporto con lo Stato», dice il leader indipendentista, consegnando i plichi con le firme alla presidente del Consiglio regionale, Claudia Lombardo.

Accordo fra Regione e artigiani

Imprese artigiane, credito agevolato, Regione: una triangolazione necessaria capace di dar vita a nuovi investimenti. Su questa base si fonda la nuova convenzione firmata da Regione e Artigiancassa (istituto di credito delle imprese artigiane), presentata ieri a Cagliari dalla federazione regionale di Cna (Confederazione nazionale dell'artigianato) che ha illustrato le nuove opportunità di credito a disposizione delle imprese artigiane.

Call center a misura di precario

Si allarga la schiera di precari nei call center sardi. La crisi fa chiudere molte aziende cosiddette “outbound” (che lavorano sulle commesse delle grandi compagnie telefoniche come H3G e Telecom). E quelle che rimangono stanno assumendo solo con contratti atipici. Tant'è che ormai sono ottomila i lavoratori a progetto (su 13 mila totali), mentre quelli che usufruiscono di ammortizzatori sociali raggiungono già quota duemila.

Addio al turismo: l’Antas Hotel tiene i cancelli sprangati

Non c’è ancora nessuna novità per i dipendenti dell’Antas Hotel realizzato in mezzo al verde della lussureggiante vallata Sant’Angelo. Il cancello rimane sbarrato, all’interno della struttura non c’è segno di vita, mentre tutt’attorno le sterpaglie hanno invaso l’ingresso e i sentieri d’accesso. Una beffa nella beffa, a ben guardare, se si pensa che l’albergo con i suoi 200 posti letto potrebbe assicurare lavoro e ospitalità in un territorio che rischia il collasso e che sul turismo aveva rimesso non poche speranze di ripresa.

Investimenti per 700 milioni e 100 occupati

Si chiama Matrica la società nata da Polimeri Europa (controllata da Eni) e Novamont . A Porto Torres è previsto un investimento complessivo di 500 milioni di euro ai quali si aggiungono altri 200 circa per la realizzazione della centrale a biomasse.

«Galsi pronto fra tre anni»

Il metano è vicino. Un anno per la conclusione degli studi esecutivi, tre anni per la realizzazione dell'infrastruttura Galsi, il maxi tubo d'acciaio che collegherà l'Algeria con l'Italia via Sardegna. La notizia arriva direttamente dal Platts , storica e autorevole rivista americana che fornisce i prezzi all'ingrosso della benzina per tutta l'industria petrolifera.

 

Aggiungi commento


Joomla templates by a4joomla

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Cliccando sul pulsante “agree” acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la sezione dedicata facendo click su “privacy policy”. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information