Home Sa Chida Passada 2014 Sa Chida Passada num. 33-2014 (Dall'8 al 12 settembre 2014)
Sa Chida Passada num. 33-2014 (Dall'8 al 12 settembre 2014) PDF Stampa E-mail
Sa Chida Passada - Sa Chida Passada 2014
Sabato 13 Settembre 2014 01:26

A cura di Fabrizio Palazzari e Bore Morette

L'Isola si mobilita davanti alla base

Attesi in migliaia a Capo Frasca L'appuntamento è per sabato 13 settembre alle 16,30 davanti al poligono di Capo Frasca, dove dieci giorni fa il fuoco dei tornado tedeschi ha incenerito 26 ettari di territorio. Ci saranno i sardi, con e senza bandiere, a chiedere la fine dell'occupazione militare dell'Isola.

Per la manifestazione il tam-tam sui social network

L'appuntamento è alle 16.30 davanti alla base militare di Capo Frasca per protestare contro l'occupazione militare della Sardegna. C'è una grande mobilitazione, favorita dalla stampa, e dai social network.

Se la Regione ha paura del buio

La performance “Dark Room” della Compagnia B è stata giudicata dall'assessorato regionale alla Cultura così perturbante da depennarla dalla lista degli spettacoli da finanziare. Si trattata di una sperimentazione piuttosto intensa, con trenta spettatori per volta che, in una stanza completamente buia, ascoltavano dalle cuffie un racconto erotico. Secondo lo sfogo che l'attrice Alice Capitanio ha affidato a Facebook la performance Dark Room non è piaciuta ai funzionari della Regione Sardegna in quanto: (parole sue) “è contraria alla morale”.

Gramsci, da qui al mondo «Tutto è nato a Ghilarza»

Ghilarza Summer School, idea semplice e complessa: ospitare una scuola di studi gramsciani per un progetto di tre anni. «L'ambizione, ovviamente, è quella di arrivare al progetto annuale», ma questa è un'altra storia ancora (e forse) da scrivere. Ha aderito subito la Fondazione Banco di Sardegna, che resta l'unico centro finanziatore.

 

«Ma Teulada è fondamentale»

 

«Qui da noi arrivano ventimila soldati ogni anno, ed è l'unico poligono italiano per l'addestramento dei militari destinati alle missioni all'estero» - dichiara il Colonnello Branca che da due anni comanda la base. Capo Teulada, allora, non si tocca? «Questo non dipende da noi. Spetta alla politica e alle istituzioni decidere, noi eseguiamo gli ordini». Sa Portedda, caserma Pisano: doppi cancelli, guardie armate, muraglioni e robuste reti sormontate dal filo spinato proteggono i 7200 ettari del poligono militare più grande d'Italia.

Quirra, i missili in fondo al mare

Scoglio di Quirra, due chilometri al largo della spiaggia di Murtas, nel quadrante a mare del poligono di Perdasdefogu-San Lorenzo: qui c'è una discarica subacquea di bombe e razzi, esplosi e no, sparati in cinquant'anni di esercitazioni. Quarantadue ettari di immondezzaio militare che vengono alla luce grazie a una buona notizia: saranno bonificati. Un francobollo rispetto alle oltre undicimila miglia quadrate sulle quali arrivano estendersi i giochi di guerra, ma è un inizio.

 

«A Teulada il 21 settembre si ricomincia a sparare»

Come da programma. Lo ha assicurato il colonnello Sandro Branca, comandante del Primo Reggimento corazzato di stanza nella base, al deputato di Unidos Mauro Pili. Pili ha scoperto, fotografato e filmato nuraghi “decapitati” e utilizzati per le operazioni di addestramento, con i sacchetti di sabbia appoggiati alle pietre e missili infilati negli interstizi.

 

Siti minerari chiusi, Touring club:«Diventa inutile visitare il Sulcis»

Lo schiaffo al nostro territorio arriva dal Touring club italiano, pagina 6 della rivista di questo mese, come chicca dell'anteprima del libro “Tesoro Italia, il patrimonio negato”. Uno scivolone, pecca tutta nostrana, quella di aver destinato al degrado e non alla valorizzazione un patrimonio minerario di tale portata.

Meglio tardi che mai: adesso la Regione aiuta il film di Coda

S nobbati per anni dalle istituzioni locali Giovanni Coda e il suo film Il Rosa Nudo si prendono la loro piccola grande rivincita. E lo fanno sulla scia del successo e dei premi conquistati nelle rassegne cinematografiche di mezzo mondo. L'ultima delle quali, il Melbourne Underground Film Festival in Australia.

Corruzione in Costa Smeralda

Soldi in cambio delle concessioni edilizie per la ristrutturazione degli hotel Cervo, Pitrizza e Romazzino: corruzione dentro gli uffici che contano di Porto Cervo. È questa l'ipotesi investigativa che ha portato il procuratore della Repubblica di Tempio, Domenico Fiordalisi, a Cagliari, dentro lo studio e nell'abitazione dello storico progettista della Costa Smeralda e professionista di fiducia della Sardegna Resorts srl.

Pastori a Cagliari il 23 settembre

A deciderlo è stata l'assemblea dei comitati, riunita ieri a Tramatza, in cui è stata stabilita anche la piattaforma della rivendicazione. «Saremo diecimila», ha ribadito Felice Floris.

 

Scuole senza un soldo: è emergenza

Pper una ventina di istituti di istruzione, in tutta la Provincia di Sassari, a cinque giorni dall'avvio delle lezioni, il rischio che centinaia di studenti rimangano a casa è ancora più reale. All'appello, ormai dal mese di aprile, mancano gli oltre 4 milioni di euro del Fondo unico, necessari alla Provincia per i contratti e i servizi.

Nelle Cortes bicchiere mezzo pieno: voto sei.

Organizzatori ed espositori promuovono l'edizione 2014, seppur con un bilancio che strappa appena la sufficienza. Quest'anno è toccato a Sarule - insieme a Bitti - aprire la kermesse itinerante di Autunno in Barbagia.

Sul golf tutti contro la Provincia

Un campo da golf non può essere a impatto zero sull'ambiente. Il Comitato per la tutela e lo sviluppo di Torregrande torna all'attacco dopo la decisione della Provincia di non sottoporre alla Valutazione ambientale strategica (Vas) il progetto della Ivi petrolifera per la riqualificazione della ex Sipsa.

Pd, volata finale per le primarie Ma la grande incognita resta Soru

L'ex governatore continua a dirsi disponibile «se non emerge un giovane autorevole», e finora non sono maturate ipotesi fortissime. Circola però un diffuso sentimento in favore di una svolta generazionale, e di un congresso che non segni l'ennesima spaccatura.

Parteolla e Trexenta, sarà un'ottima vendemmia

I soci della cantina di Dolianova hanno già concluso la raccolta dei grappoli per i novelli pronti a nuova missione: la conquista dei mercati cinese, tedesco e russo. Senza naturalmente trascurare la Sardegna e l’Italia. Se le condizioni climatiche resteranno quelle ottimali degli ultimi giorni, si potrà superare quota 20 mila quintali d'uva da trasformare in vino di qualità.

 

GoinSardinia: è finita l'emergenza

A due settimane dalla soppressione di tutte le corse del traghetto El Venizelos non ci sono più situazioni critiche per i passeggeri rimasti a terra. La conferma del superamento della fase più difficile di questa gravissima vicenda (oltre 15mila persone alla ricerca disperata di un biglietto per la tratta Olbia-Livorno e Livorno-Olbia) arriva dalla Direzione marittima di Olbia.

 

 

Aggiungi commento


Joomla templates by a4joomla

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Cliccando sul pulsante “agree” acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la sezione dedicata facendo click su “privacy policy”. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information