Home Sa Chida Passada 2014 Sa Chida Passada num. 35-2014 (Dal 22 al 26 settembre 2014)
Sa Chida Passada num. 35-2014 (Dal 22 al 26 settembre 2014) PDF Stampa E-mail
Sa Chida Passada - Sa Chida Passada 2014
Sabato 27 Settembre 2014 17:03

A cura di Fabrizio Palazzari e Bore Morette

Serramanna. Una ricetta contro la crisi

"Solidarietà, condivisione ed economia" è questa la ricetta di Manuela Serra contro la crisi. La senatrice del M5S lo ha dichiarato in occasione della manifestazione tradizionale “Sa Passillada” svoltasi a Serramanna. L’evento, che ha ospitato anche il poeta Lino Concas, ha fatto da cornice alla presentazione del progetto Inveritas con la proiezione del primo documentario sul paese diretto dall’antropologo Marcello Carlotti. Il territorio del centro campidanese e la sua cultura materiale sono stati poi al centro del dibattito con il pubblico.

Il lavoro svanito nell'Isola fallita

Sempre appesi a un filo, i lavoratori della Sardegna. Costretti a diventare carne mediatica per richiamare l'attenzione su una tragedia che al di là dei numeri trasuda il sangue e le lacrime di tante famiglie. Nell'Isola che dal 2008, anno di inizio della crisi, ha perso quasi 80 mila stipendi e dove il numero dei disoccupati, dati di fine giugno, tocca la vetta dei 119 mila (2000 in più rispetto ad aprile) restano le macerie lasciate dall'industria. Vista la situazione, i ragazzi (e non solo) vanno a cercare un lavoro fuori, ma tanti altri - di quelli che restano - un lavoro neanche lo cercano. Sono gli scoraggiati, e le statistiche che li contano e registrano la loro sfiducia dicono che se dieci anni fa erano 88 mila, oggi sono 130 mila.

La terra infelice dei campi incolti

Si parla sempre del disastro della grande industria, ma quanto a disperazione nel mondo delle campagne non sono messi meglio. Dal 2011 più di tremila agricoltori hanno cancellato il proprio nome dall'albo delle imprese; ma delle quasi 35 mila aziende che ancora resistono, il 12 per cento dichiara zero addetti, più della metà ne denuncia uno soltanto, e solo 13 su cento hanno più di due dipendenti.

Sbarcano in Cina i vini della Cantina di Quartu

Il vermentino, il nuragus e la monica della Cantina sociale di Quartu alla conquista della Cina, dove arriveranno presto le prime cinquemila bottiglie, apripista per un nuovo, gigantesco mercato. L'enologo Lucien Angei, sardo-francese, crede moltissimo in questo progetto, che potrebbe regalare tante soddisfazione e contribuire a rilanciare le sorti di una Cantina che un tempo faceva storia fra gli enopoli di tutta la Sardegna.

«L'omicidio della scuola sarda»

 

Il numero di partenza è sempre quello: 27,5 per cento. La dispersione scolastica. Come ci si attrezza davanti a quello e altri numeri? Secondo i sindacati, non ci si attrezza proprio. Il Governo produce norme astratte, la Regione non reagisce.

Il fatto è che la logica dei parametri nazionali (600 alunni per Autonomia scolastica) rischia di ammazzare l'Isola, visto il pessimo andamento demografico: anche ammettendo nuove deroghe e aggiustamenti, potrebbero saltare 51 Autonomie.

“Fachende zoigas”, passione e precisione per il gioiello più raro

Fachende zoigas (quest'anno ha dato il titolo alla manifestazione) è un modo di dire, rivolto a chi è impegnato in attività che richiedono particolare attenzione e cura. Gli artigiani dorgalesi di Autunno in Barbagia , hanno conquistato i visitatori in occasioni di Cortes apertas.

Trivelle, tutti contro il Governo

Da nord a sud le Regioni iniziano a mobilitarsi contro i 369 progetti di ricerca o coltivazione di idrocarburi in terra e le 161 richieste di perforare il mare che hanno già ottenuto il via libera o rischiano di ottenerlo senza che gli enti (e le popolazioni) locali si possano opporre in alcun modo .In Sardegna il Governo - in nome di un supposto interesse strategico nazionale – potrebbe dare il via libera al progetto “Eleonora” col quale la Saras vuole scavare, contro il volere dei territori, un pozzo profondo 2850 metri in un'area di 443 chilometri quadrati alla ricerca di metano. Un progetto già bocciato dal Savi (Servizio di sostenibilità ambientale, valutazione impatti e sistemi informativi ambientali) perché non è conforme al Piano paesaggistico regionale e al Puc del Comune di Arborea.

Sarcidano, parco eolico contestato

Il Savi (organo regionale per la verifica dell'impatto ambientale) non si pronuncia ma esprime riserve sul progetto Enar-Terna per la realizzazione di un parco eolico e di un elettrodotto nel Sarcidano. Le criticità riguardano il posizionamento di alcune pale eoliche ma soprattutto l'impatto ambientale e paesaggistico dell'elettrodotto.

«Poligoni, così muoiono i pastori»

«I pastori e i civili non possono restare all'interno dei poligoni». Affermazione impopolare quella della dottoressa Maria Antonietta Gatti, biologa dell'Università di Modena, difficile da accettare per chi a Quirra o a Teulada è nato, ha ereditato ovile e gregge dal padre e dal nonno e non riesce nemmeno a ipotizzare un'esistenza diversa. A Quirra «i numeri li conosciamo e sono devastanti: 13 pastori ammalati di leucemia, 10 su 18 presenti in un'area di 2,5 chilometri e mezzo dal poligono hanno avuto un tumore. in una zona dove l'unica fonte di inquinamento sono le guerre simulate e i test delle industrie private».

La rinascita dell'oleificio comunale

Riapre i battenti il frantoio della Trexenta. La stagione olivicola procede celermente, quest'anno le previsioni sulla produzione fanno ben sperare sia sul fronte qualitativo che quantitativo. Il clima ha quindi dato una mano all'amministrazione di Guamaggiore intervenuta a sistemare l'oleificio comunale, chiuso da tre anni.

Mont'e Prama, dalla collina ora affiora un pugile integro

A pochi metri dal nuovo pugile adagiato in terra, uno nuovo team di archeologi sta ispezionando delicatamente l'interno della tomba, che nella notte tra sabato e domenica è stata violata dai tombaroli. L'obiettivo è solo uno: analizzare il dna dei resti per conoscere quali erano le malattie antiche ma anche per scoprire il rituale di seppellimento.

La isole d'Europa in un meeting a Sant'Antioco

Gli aspetti positivi, legati al fascino di una vita lontana dalla terraferma e dell'appartenenza a dimensioni culturali periferiche. Ma anche i risvolti critici, derivanti dal confronto quotidiano con l'insularità. È una riflessione di ampio respiro quella promossa dal meeting Esin (Federazione europea delle isole minori) in programma a Sant'Antioco. L'isola ospita l'edizione 2014 dell'evento che, accanto alla partecipazione dell'Associazione italiana delle isole minori, vedrà l'intervento di rappresentanti provenienti da Finlandia, Svezia, Irlanda, Francia e Scozia.

Nell'area umida di Molentargius 190 abusi edilizi

Lo ha certificato il Gruppo d'intervento giuridico che pochi giorni fa ha raccolto gli aggiornamenti de Comune di Quartu. Una volta messi in essere i provvedimenti necessari (demolizione e ripristino ambientale dove vi sono abusi edilizi insanabili, sanatorie edilizie esclusivamente ove condonabili), anche il cammino del parco sarà molto meno difficile.

Tirrenia adesso è “sarda”

La sede legale della compagnia di navigazione, Tirrenia-Cin, si trasferisce da Napoli a Cagliari. Un atto che faceva parte dell'accordo che la Regione e la compagnia avevano sottoscritto il 31 luglio che prevede, tra le altre cose, interventi sulla tariffa residenti e sulle merci e il taglio di alcune tratte considerate «diseconomiche» nel periodo invernale. «La presenza di Tirrenia-Cin porterà nell'isola 30 milioni di euro all'anno soltanto di Iva», ha dichiarato l'assessore dei Trasporti, Massimo Deiana.

Meridiana: «Licenziamenti indispensabili»

Lo ha dichiarato Marco Rigotti, presidente di Meridiana, in un intervento che, dopo aver ripercorso la storia della crisi della compagnia dell'Aga Khan, ha chiuso ogni possibilità di ripensamento sulla procedura di mobilità. Tra le cause della crisi, il manager, ha indicato il mutamento del mercato internazionale, la liberalizzazione, l'avvento delle low cost e la loro concorrenza sui piccoli aeroporti. Tra le strategie del futuro, il passaggio a una flotta composta da soli Boeing ma non un riassorbimento del personale.

Sportello per il bike sharing

Uno sportello in pieno centro per l'accesso diretto, l' App Bicincittà per verificare la disponibilità in tempo reale, altre nuove otto stazioni. È in pieno incremento, il servizio di bike sharing Bicincittà , centodieci due ruote distribuite in dieci stazioni tra Cagliari e hinterland.

Tombaroli a Mont'e Prama

I tombaroli che durante la notte hanno raggiunto la collina del Sinis dove si scava alla ricerca di nuovi reperti, hanno agito indisturbati. Per ora, l'unica cosa certa è che la tomba è stata profanata e che lo scheletro che custodiva è stato ridotto in mille pezzi. «È un atto contro la cultura - ribadisce l'archeologo oristanese Momo Zucca - Oggi siamo tutti più poveri». Subito dopo ha annunciato di mettere a disposizione la sua carta di credito per pagare un servizio di guardiania sino a quando non si troverà una soluzione al problema della sicurezza.

Il futuro è l'industria ambientale

Anche la Sardegna sprofonda nella difficoltà cronica anche a causa di una progressiva e inarrestabile deindustrializzazione dell'Isola. Secondo Luciano Uras, senatore di Sel, la Sardegna potrebbe esercitare un ruolo decisivo, aprire la frontiera della industria ambientale, della produzione ecosostenibile, della ricerca applicata agli interventi su ogni tipo inquinamento del territorio.

Un napoletano a Villacidro. Servillo, il piacere dell'arte

«“Il giorno del giudizio” di Salvatore Satta», confessa, «è un capolavoro della letteratura del 900, un'antologia di Spoon River». Ma della Sardegna ama anche i giovani registi come Pau e Mereu, il canto a chitarra, e un buon bicchiere di cannonau. A Villacidro è tornato perché la giuria del Dessì, edizione XXIX gli ha assegnato il premio speciale.

 

 

Aggiungi commento


Joomla templates by a4joomla

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Cliccando sul pulsante “agree” acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la sezione dedicata facendo click su “privacy policy”. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information