Home Sa Chida Passada 2012 Sa Chida Passada n. 32-2012 (27-31 agosto 2012)
Sa Chida Passada n. 32-2012 (27-31 agosto 2012) PDF Stampa E-mail
Sa Chida Passada - Sa Chida Passada 2012
Sabato 01 Settembre 2012 00:00

A cura di Bore Morette e Fabrizio Palazzari

Nuraxi Figus, occupata la miniera

Precipita la situazione della miniera di carbone di Nuraxi Figus. Una quarantina di minatori hanno occupato il cantiere minerario provocando la chiusura totale del cantiere stesso. I minatori sono molto preoccupati delle indicazioni negative che provengono dal ministero delle sviluppo economico, fortemente contrarie al piano integrato miniera-carbone-energia-cattura e conferimento della anidride carbonica.

La difficile scommessa della Ccs

Nuraxi Figus si candida ad essere uno dei siti sperimentali in Europa per la cattura e stoccaggio (Ccs) in sottosuolo della anidride carbonica, nell’ottica dell’abbattimento delle emissioni inquinanti. Il progetto ambizioso non ha però ancora superato il vaglio delle autorità comunitarie, e deve scontrarsi con quello in fase ben più avanzata presentato dall’Enel a Porto Tolle, vicino a Rovigo.

 

Rabbia disperata: minatore si ferisce

Drammatica conferenza stampa in miniera: il leader sindacale Stefano Meletti si taglia le vene davanti ai giornalisti e sviene.

Consiglio, tutti uniti per difendere l’industria

Il Consiglio regionale approva la mozione unitaria (66 sì) per la difesa di Alcoa, la multinazionale americana che vuole lasciare l’isola dopo aver intascato nel corso degli anni due miliardi di euro di incentivi.

Salvare l’Alcoa, ora i fatti non più solo chiacchiere

La statistica economica dice che la chiusura di Alcoa vale direttamente e indirettamente, oltre 1500 posti di lavoro e ha effetti aggiuntivi su altre quattro fabbriche. Sta qui la ragione della forte reazione sociale, degli operai innanzitutto, che, dipendenti non garantiti di multinazionali private, vedono concreto il licenziamento in un territorio segnato da tante vertenze, con i minatori che occupano i pozzi.

Ore cruciali per evitare la fermata degli impianti

La data del 31 agosto, già fissata da Alcoa come termine per la sottoscrizione di una lettera di intenti, è diventata cruciale nella vertenza per scongiurare la chiusura della fabbrica di alluminio di Portovesme.

Roma abbraccia gli operai Alcoa

Il viaggio di avvicinamento da Civitavecchia a Roma è stata una passerella per i 68 lavoratori e sindacalisti della fabbrica di alluminio, tra applausi, bandiere al vento e frasi di incoraggiamento che la gente, tra Civitavecchia e Roma, ha rivolto al loro passaggio.

Servizi per l'impiego: corsa contro il tempo per salvare i precari

Oltre 400 precari impiegati nei Csl e nei Cesil, ossia i centri per l'impiego, potrebbero perdere il loro stipendio per effetto di una recente sentenza della Corte costituzionale. La Consulta, occupandosi della legge regionale che prorogava fino al 31 dicembre l'attuale gestione dei servizi per il lavoro, ha imposto alla Regione di dimezzare lo stanziamento previsto. L'effetto diretto sarebbe appunto lo stop agli stipendi dei precari che assicurano i servizi per l'impiego.

L'Europa punta sul Sulcis

Il Centro italiano per la cultura del carbone della Grande miniera di Serbariu diventa uno dei siti più prestigiosi dell'European Route of Industrial Heritage (Erih). Si tratta di una rete di itinerari creata per unire in un unico filo i più prestigiosi luoghi del patrimonio industriale europeo.

Carbonia protagonista a Venezia

Nuovo importante riconoscimento per la città mineraria: sarà protagonista alla Biennale Architettura 2012 di Venezia (una vetrina mondiale) in virtù del Premio europeo del paesaggio vinto lo scorso anno con il progetto “Carbonia Landscape Machine”.

Tutti pazzi per Garibaldi

Diecimila presenze, anche qualcosa in più, stando al senatore Mario Birardi “padre riconosciuto” del museo “Memoriale Giuseppe Garibaldi” di Arbuticci a Caprera, inaugurato il 3 luglio scorso, alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

La cultura regge la crisi e crea occupazione

Saranno 32.250 le assunzioni previste in Italia quest’anno dalle imprese che competono grazie alla qualità e alla cultura (di cui 22.880 non stagionali e 9.370 stagionali), pari al 5,6% del totale delle assunzioni che verranno realizzate dalle imprese di industria e servizi. Il sistema cultura nella sua totalità registra in Sardegna 10.747 attività imprenditoriali operative. Un discreto numero come quello degli occupati che, nelle industrie creative in senso stretto, sono 14.700 e 8.500 in quelle culturali.

Pioggia di rubli sulla costa

In Costa Smeralda acquistano le ville, per i resort, invece, preferiscono il sud della Sardegna. E la massa di rubli che sono arrivati (e, soprattutto, arriveranno) dalla Russia potrebbe salvare una stagione turistica altrimenti deficitaria.

Commissione del paesaggio: perquisita “Ambiente é Vita”

La Procura ha perquisito la sede di Ambiente é Vita, la fantomatica associazione ecologista di cui fa parte Alberto Piras, l’ex funzionario scelto dalla Regione per integrare la commissione del paesaggio. La polizia giudiziaria ha raccolto documenti e atti che serviranno a stabilire se l’associazione, vicina al centrodestra, abbia realmente svolto qualche attività nel campo della difesa del paesaggio.

Cappellacci incontra Ragnedda, aspettando Al Thani

Da qualche giorno il primo ministro del Qatar Al Thani si gode il paradiso dei vip, acquistato dal Fondo sovrano qatariota, a bordo di un lussuoso yacht. La sua presenza è fondamentale per concretizzare nei prossimi giorni il primo tavolo di confronto fra la nuova proprietà della Costa Smeralda, il Comune e la Regione. Fino a oggi si è parlato di 650 mila nuovi metri cubi che la Qatar Holding vorrebbe spalmare in Costa. Un progetto di rilancio con nuovi hotel e ville.

Partiti moltiplicati? Si ridurranno. Prato: «Cercheremo di unire»

Andrea Prato, ex assessore all'Agricoltura e fondatore del Quinto moro, sa già qual è il cammino della sua nuova formazione politica.

Agricoltura, è allarme siccità

L'arrivo del maestrale, recentissimo e atteso come la manna, non cambia le cose: l'estate 2012 sarà ricordata come una delle più calde degli ultimi decenni, e anche delle più secche. Con inevitabili conseguenze sulle attività produttive agropastorali.

Spesa troppo lenta, fondi a rischio

Migliaia di progetti non sono stati pagati e le imprese agricole, ormai al collasso, attendono i fondi europei per poter portare avanti la loro attività: a rischio oltre 51 milioni di euro di fondi comunitari. È un quadro drammatico quello tratteggiato da Copagri Sardegna che lancia l'allarme. Sotto accusa Argea, l'agenzia regionale per la gestione degli aiuti in agricoltura.

Crescono i prezzi dei mangimi, allevatori al collasso

Tempi duri per l’agricoltura sarda. A complicare la situazione è l’aumento dei prezzi dei mangimi da destinare all’allevamento. L’indice Fao dei prezzi per i cereali, infatti, è cresciuto del 17%. . La crisi investe soprattutto il mais: nelle ultime settimane si sono registrati aumenti del 60% e toccano i massimi degli ultimi 15 anni. Il motivo è l’eccezionale ondata di calore che ha compromesso i raccolti Usa.

Il rebus dell'acqua a uso agricolo

La modifica dei consorzi di bonifica tarda ad arrivare e farne le spese sono gli agricoltori. Che anche stavolta non riescono a calcolare i costi dell'acqua grezza destinata all'irrigazione prima di decidere quale coltura coltivare perché non è stata mai definita la tariffa.

Vermentino, calo secco

Un inizio di vendemmia shock: il vermentino sta tradendo le speranze dei viticoltori che denunciano perdite a due cifre rispetto all'ultima stagione. Perdite secche che in alcune aziende sfiorano addirittura il 40 per cento. E anche di più.

La riscoperta degli orti

La situazione economica ha messo in ginocchio diversi settori e fa guardare al futuro con paura. Sembrano una voce fuori dal coro invece gli orti isilesi. Rispetto all'anno scorso gli ettari messi a dimora sono più che raddoppiati. Si parla di circa 100 ettari dove si producono oltre venticinque tipi diversi di ortaggi. Sono oltre un centinaio le persone impegnate in questa campagna estiva tra proprietari, familiari e braccianti. Una realtà dunque che garantisce occupazione costante e sicura.

Caserma a Prato Sardo, gettate le fondamenta

Nella piana da quattro ettari e mezzo all’imbocco della zona industriale si inizia a vedere qualche traccia dei ventisettemila metri cubi di costruzioni che tra meno di due anni dovrebbero ospitare un reggimento di artiglieria della Brigata Sassari.

Sogaer di Elmas vuole acquistare quote di Fenosu

Hanno un nome gli investitori pronti ad entrare a far parte della società di gestione dell'aeroporto di Oristano. Si tratta della Sogaer spa, già a capo dello scalo cagliaritano di Elmas, e di una cordata con a capo il consorzio rumeno Skinful group e con referente principale la Fara viaggi di Oristano.

Meridiana contro i low cost

Si chiama “unfair competition” ed è il protocollo internazionale contro la concorrenza con il quale il gruppo Meridiana Fly Air Italy dichiara guerra nei cieli sardi e italiani ai vettori Low cost.

A Cagliari settembre e ottobre da record

Ventiquattro navi da crociera in arrivo tra settembre e ottobre: fine estate e autunno all’insegna del pienone nel porto di Cagliari.

Banco di Sardegna, utile a 3,6 milioni

Pesa l'aggravarsi della crisi: risultato in calo dell'11,9% rispetto a un anno fa Utili in diminuzione ma cresce il margine di interesse (Mint), ovvero la fondamentale componente di reddito di una banca che deriva dall'attività di intermediazione.

Export sardo in forte calo nel 2011

Mentre nel resto d’Italia l’export rappresenta il principale fattore trainante della ripresa economica con un aumento dell’11,3%, le esportazioni della Sardegna sono diminuite.

Cagliari-Atalanta a Quartu il «miracolo» è quasi fatto

Salvo clamorosi intoppi dell'ultim'ora l'esordio casalingo dei rossoblù sarà nel nuovo impianto iniziato a maggio. E finito ieri sera, almeno per le partite a porte chiuse. Il resto si vedrà.

 

Aggiungi commento


Joomla templates by a4joomla

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Cliccando sul pulsante “agree” acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la sezione dedicata facendo click su “privacy policy”. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information