Home Succede in Sardegna Cultura e società Addio Vincenzo
Addio Vincenzo PDF Stampa E-mail
Succede in Sardegna - Cultura e società
Martedì 11 Aprile 2017 21:13

Gli amici dell’Associazione Tramas de Amistade esprimono il loro profondo cordoglio per la prematura scomparsa di Vincenzo Migaleddu, è una grossa perdita per tutti i Sardi. Uomo stimato sia come medico radiologo che come ambientalista, 65 anni da compiere a novembre, lascia un grande vuoto nel panorama sardo contemporaneo. Se ne è andato all’improvviso domenica pomeriggio, a causa di un malore che lo ha colpito all’interno della sua auto a pochi chilometri da Nuoro.

Come riportato dal quotidiano La Nuova Sardegna Migaleddu ha svolto per più di 35 anni la sua attività professionale, di ricerca e di docenza quale medico specializzato in diagnostica per immagini presso strutture pubbliche e fondazioni quali l’Istituto di Scienze Radiologiche dell’Università di Sassari e l’Asl di Nuoro. Proprio lunedi mattina a Nuoro avrebbe dovuto tenere una lezione e per questo motivo si era fermato nel capoluogo barbaricino di rientro da un convengo a cui aveva preso parte sabato a Cagliari. «Non riesco a crederci - ha commentato l’ambientalista Angelo Cremone - sabato sera eravamo insieme per un’iniziativa ambientalista e stava bene. È una grave perdita per gli amici e per tutto il movimento ambientalista».

Vincenzo Migaleddu, sposato e padre di due figli, da oltre 10 anni aveva intensificato la sua attività di ricerca sulle problematiche ambientali svolgendo consulenza gratuita per il Wwf di cui era membro dal 2004. Dal 2005 al 2007 è stato consulente, a titolo gratuito, presso l’assessorato alla Sanità della Regione Autonoma della Sardegna nel gruppo tecnico ambiente e salute.

Tra le sue ultime battaglie quella contro la chimica verde a Porto Torres. «Siamo la regione più inquinata d’Italia - aveva detto durante un convegno - peggio della Campania. E ora vogliamo aggiungere inquinamento all’inquinamento. La centrale a biomasse annunciata non è così “verde” come qualcuno vuol farci intendere». Nel 2015 aveva promosso un workshop internazionale sulla salute globale ad Abbasanta, portando come ospite Vandana Shiva, una delle più autorevoli voci mondiali in difesa della natura e della sua biodiversità, attivista politica, fisica, ecologista e ambientalista.

«La Sardegna ha perso uno dei suoi figli migliori - hanno scritto in tanti per ricordarlo sui social network- un valoroso difensore dell’ambiente e della salute dei sardi. L’isola perde uno scienziato innamorato di questa terra, un militante coraggioso dell’ambiente. Mancherà molto».



 

 

Aggiungi commento


Joomla templates by a4joomla

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Cliccando sul pulsante “agree” acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la sezione dedicata facendo click su “privacy policy”. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information