Home Succede in Sardegna Cultura e società Leggendo Metropolitano, sarà un festival nel segno della ecosostenibilità e della lotta ai pregiudizi.
Leggendo Metropolitano, sarà un festival nel segno della ecosostenibilità e della lotta ai pregiudizi. PDF Stampa E-mail
Succede in Sardegna - Cultura e società
Martedì 30 Maggio 2017 12:44

All’interno della nona edizione del festival Leggendo Metropolitano spiccano tre iniziative collaterali quali Biblioteca Vivente, le passeggiate alla riscoperta della storia cittadina organizzate da Legambiente e il laboratorio della Gaudats Junk Band (poi protagonista di un concerto) per la costruzione di strumenti musicali con oggetti riciclati. Grazie al progetto AzzeroCo2, il festival punta ad essere totalmente ecosostenibile.

Un festival nel segno della ecosostenibilità e del riciclo, della lotta ai pregiudizi e della riscoperta della storia cittadina. La nona edizione di Leggendo Metropolitano, in programma a Cagliari dall’8 all’11 giugno, allarga i suoi confini e le sue collaborazioni. E così, grazie alla partnership con l’Orto Botanico dell’Università di Cagliari, e Legambiente Italia e Legambiente Sardegna, il festival offrirà una serie di interessantissime iniziative collaterali al cartellone di incontri, quali la Biblioteca Vivente e le passeggiate culturali per la città. Ma nel segno dell’ambiente ci sarà anche il laboratorio di creazione di strumenti musicali “alternativi” realizzati utilizzando scarti e rifiuti, condotto dalla Gaudats Junk Band, che poi sarà anche protagonista di un atteso concerto serale. Le iniziative sono state presentate stamattina nel corso di una conferenza stampa a cui hanno partecipato il direttore dell’Orto Botanico dell’Università di Cagliari professor Gianluigi Bacchetta, il direttore artistico di Leggendo Metropolitano Saverio Gaeta, Cristina Muntoni dello staff di Leggendo Metropolitano, e Carla Varese e Annalisa Columbu di Legambiente Sardegna.

Domenica 11 giugno lo splendido scenario dell’Orto Botanico dell’Università di Cagliari si trasformerà in una vera e propria Biblioteca Vivente. Raccontando la loro storia, Uomini e Donne Libro incontreranno i visitatori e combatteranno così stereotipi e pregiudizi legati al tema delle migrazioni, delle differenze sessuali o linguistiche. L’iniziativa si avvarrà del sostegno dell’Università di Cagliari e della collaborazione della cooperativa ABCittà che venerdì 9 e sabato 10 giugno formerà coloro che impersoneranno gli Uomini e le Donne Libro, in vista dell’incontro con il pubblico previsto per la mattina di domenica 11.

Nata in Danimarca negli anni Ottanta, la Biblioteca Vivente è un metodo innovativo per promuovere il dialogo, ridurre i pregiudizi e favorire la comprensione reciproca ed è riconosciuta dal Consiglio d’Europa come buona prassi per il dialogo interculturale e come strumento di promozione dei diritti umani. Biblioteca Vivente consente dunque di affrontare gli stereotipi e sfidare i pregiudizi più comuni in modo positivo e costruttivo. Nella realtà, infatti, le categorie non esistono, esistono solo le persone con le loro storie personali, le loro scelte e i motivi che le hanno determinate. Grazie a Biblioteca Vivente, i “lettori” possono entrare in contatto con persone con le quali nella quotidianità non avrebbero occasione di confrontarsi.

Per l’ingresso all'Orto Botanico dell’Università di Cagliari, in occasione della Biblioteca Vivente domenica 11 giugno, è previsto un biglietto ridotto di 2 euro: Leggendo Metropolitano vuole così sostenere uno spazio che per il suo sostentamento conta solo sui proventi della biglietteria.

È rivolto invece ai ragazzi e alle ragazze tra gli 11 e i 17 anni il laboratorio “La memoria musicale degli oggetti riciclati”, condotta dalla Gaudats Junk Band e incentrato sul tema del rispetto ambientale e dello stile di vita ecosostenibile. Il laboratorio avvicinerà i partecipanti al mondo del riuso e del riciclo creativo attraverso la produzione in gruppo di strumenti musicali artigianali ottenuti utilizzando materiali di scarto. Appuntamento sabato 10 giugno ai Giardini Pubblici dalle ore 15.30 (sul sito di Leggendo Metropolitano sono illustrate le modalità di iscrizione).
La Gaudats Junk Band sarà poi in scena alle ore 23 ai Giardini Pubblici (ingresso libero). Il concerto non ha solo l’interesse fornito da improbabili strumenti realizzati con materiale destinato allo scarto, ma è strutturato in modo da risultare coinvolgente per il pubblico, il quale, viene costantemente invitato ad interagire con la band, in una serata che proporrà la rivisitazione in chiave junk di famosi brani sia italiani che stranieri, spaziando trasversalmente tra i generi a dimostrare che molto è possibile con un po’ di entusiasmo e di follia.

Rispetto per l’ambiente ed ecosostenibilità, conoscenza, studio e amore per il proprio territorio: sono anzitutto questi gli elementi che hanno permesso a Leggendo Metropolitano e Legambiente Sardegna di avvicinarsi, conoscersi e strutturare insieme Leggendo l’Ambiente: tre appuntamenti gratuiti e aperti a tutti (anche ai bambini) che offriranno la possibilità di scoprire e conoscere la città di Cagliari non solo dal suo lato metropolitano ma anche da quello ambientale e naturalistico. Il filo conduttore dei tre incontri sarà la nascita, 800 anni fa, della rocca fortificata di Castello.
Proprio questo sarà il tema della prima passeggiata (“Il munitissimo Castello), prevista per giovedì 8 giugno (punto d'incontro piazza Aquilino Cannas alle ore 17.45). “La via dell’acqua” (appuntamento venerdì 9 giugno alle 23.15 in piazza Palazzo) rievocherà invece la tragica spedizione che nel 1270 vide protagonista nella rada di Cagliari il re Luigi IX di Francia, mentre sabato 10 giugno (punto d'incontro piazza Indipendenza, ore 17.45) nell’incontro “La memoria ritrovata” si ripercorrerà la storia della città giudicale.
Per ragioni organizzative è preferibile l’iscrizione di partecipazione, tramite l’invio di una mail all’indirizzo ambiente@leggendometropolitano.it, indicando il numero di partecipanti.
Ulteriori aggiornamenti sul programma dell'evento saranno presto disponibili.

Leggendo Metropolitano vuole essere un festival completamente ecosostenibile: grazie al progetto AzzeroCo2, saranno adottate buone pratiche di vita ecosostenibile. Il festival proporrà dunque ai relatori, visitatori, media, partner, ecc., di contribuire al raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità suggerendo, ad esempio, l’utilizzo di mezzi di trasporto sostenibili, promuovendo la corretta raccolta differenziata dei rifiuti, sostenendo l’adozione di comportamenti ed abitudini virtuosi. Per recuperare le inevitabili emissioni di CO2 Leggendo Metropolitano parteciperà al progetto di riforestazione in Basilicata di AzzeroCO2.
I luoghi del festival privilegiano un accesso con mobilità sostenibile (il Festival si tiene in parchi o zone pedonali facilmente raggiungibili a piedi e/o bicicletta o mezzi pubblici). In fase di progettazione si è provveduto a richiedere lo spostamento della fermata del bus di trasporto pubblico nelle immediate vicinanze dell’accesso ai luoghi del Festival. Inoltre, sono stati richiesti stalli aggiuntivi per il car sharing e parcheggi disabili. È stato richiesto che anche il servizio comunale “Amico Bus” possa ampliare il suo servizio per venire incontro alle esigenze d’orario del festival.

La IX edizione del Festival Internazionale di Letteratura Leggendo Metropolitano, ideato e promosso dall’Associazione Prohairesis di Cagliari e diretto da Saverio Gaeta, ringrazia il Parlamento Europeo, il MiBACT, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, il MAECI, Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, gli Assessorati alla Cultura e al Turismo della Regione Autonoma della Sardegna, gli Assessorati alla Cultura e al Turismo del Comune di Cagliari, la Fondazione Sardegna, l’Università degli Studi di Cagliari, l’Istituto Italiano di Cultura di Cracovia, la Fondazione Agnelli, Legambiente Italia e Legambiente Sardegna.

 

Aggiungi commento


Joomla templates by a4joomla

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Cliccando sul pulsante “agree” acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la sezione dedicata facendo click su “privacy policy”. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information