Home Succede in Sardegna Cultura e società Acanta ha celebrato a Sestu la 3° Giornata Europea della Microfinanza
Acanta ha celebrato a Sestu la 3° Giornata Europea della Microfinanza PDF Stampa E-mail
Succede in Sardegna - Cultura e società
Martedì 24 Ottobre 2017 00:00

Il 20 ottobre 2017 si è celebrata  la 3° Giornata Europea della Microfinanza, con un' edizione incentrata sui destinatari degli interventi di microfinanza. Si sono svolte iniziative in tutta Europa e per l’occasione anche Acanta MAG Coop ha organizzato una conferenza dal titolo “La finanza mutualistica e solidale in Sardegna: il modello MAG (Mutua Auto Gestione)”. L’evento si è svolto venerdì 20 ottobre 2017 presso la sala consiliare del Comune di Sestu.

Un'amministrazione comunale sensibile e l'esistenza di una MAG sarda sono stati gli ingredienti che hanno permesso, anche in Sardegna, la celebrazione della 3° Giornata Europea della Microfinanza, con la conferernza dal titolo “La finanza mutualistica e solidale in Sardegna: il modello MAG (Mutua Auto Gestione)”. L'incontro è stato moderato da Gianluca Argiolas. Sono intervenuti Giovanni Acquati (esperto di finanza etica), Marco Desogus (economista ed esperto di microfinanza) e Fabrizio Palazzari (presidente di Acanta MAG Coop). Dopo aver tracciato l’evoluzione della finanza etica in Italia si sono affrontati nello specifico i temi della microfinanza e del microcredito, per poi presentare il modello MAG (Mutua Auto Gestione) come strumento di autentico sviluppo dal basso dell’economia della Sardegna, per uno sviluppo che sia etico e sostenibile.

Grande partecipazione tra i cittadini che hanno seguito la conferenza, animandola con un vivace dibattito ricco di spunti e approfondimenti. Tra i presenti anche il sindaco di Sestu Maria Paola Secci, il vice-sindaco Massimiliano Bullita, il consigliere regionale Valter Piscedda e rappresentanti del Terzo Settore e del mondo imprenditoriale.

Nel 2014, nell’Unione Europea c’erano 30,6 milioni di lavoratori autonomi. Di questi, 24,5 milioni erano donne, giovani (15-24 anni), anziani (50-64 anni), nonché quelli che erano disoccupati nell’anno precedente o che sono nati all’esterno dell’Unione Europea. Il fatto che queste categorie rappresentino la maggior parte delle attività di auto-impiego è un dato che deve fare riflettere, perché le persone di questi gruppi sono spesso meno inclini a partecipare alla creazione di imprese e alle attività di auto-impiego rispetto alla maggior parte della popolazione. In quanto incontrano delle barriere nell’accesso ai servizi offerti dal settore finanziario formale, rivolgendosi in alternativa al mercato finanziario informale, molto più oneroso e con costi proibitivi.

Tuttavia, le persone provenienti da questi gruppi possono avere successo nell’imprenditorialità se si dà loro il giusto supporto. La fornitura a questi soggetti di servizi finanziari alternativi rappresenta l’obiettivo ultimo del settore delle microfinanza.

 

Aggiungi commento


Joomla templates by a4joomla

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Cliccando sul pulsante “agree” acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la sezione dedicata facendo click su “privacy policy”. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information